Archivio mensile:Marzo 2016

Alla scoperta di SmartvisionTV

Abbiamo incontrato lo staff di SmartvisionTV, innovativo progetto cinematografico che mette a disposizione online, gratis e per tutti, una ricca libreria di film in streaming legale. Per “legale” si intende che i proprietari di questi film hanno autorizzato la trasmissione in streaming online su questo sito internet.

 

Come è nato il progetto Smartvision?

Smartvision nasce dall’esigenza di creare una piattaforma gratuita di streaming legale di contenuto cinematografici, che possa venire incontro alle esigenze di una larga fetta di pubblico online, che ad oggi trova contenuti gratuiti solo grazie alla pirateria audiovisiva . Il nostro intento, infatti, è quello di creare un portale  in cui gli appassionati di cinema  possano   non solo vedere moltissimi film completi  ( insieme alle  clip , ai documentari, ai trailer  e backstage)  in modo del tutto legale e sicuro, ma anche essere sempre aggiornati su tutto ciò che accade nel mondo del cinema, con news e approfondimenti

 

La piattaforma sarà sempre gratuita, a vita, per tutti gli utenti?

Una delle caratteristiche di Smartvision è proprio il suo essere gratuito per tutti . Siamo convinti che una delle grandi sfide dell’era del digitale in campo cinematografico sia la possibilità di offrire una maggiore quantità e qualità di contenuti via web gratuiti per gli utenti.

 

Il progetto si amplierà? Se si, come?

Lo stiamo già facendo, acquisendo diritti per un numero sempre maggiore di contenuti  ma noi  vogliamo anche ampliare e diversificare l’offerta cinematografica sempre di più : la nostra piattaforma   non si esaurisce proponendo lo  streaming di film (e, lo ricordiamo   ancora, anche di clip di film, trailer e approfondimenti), ma stanno  arrivando su Smartvision anche spettacoli teatrali e web serie originali.

Il progetto si allargherà  non  solo riguardo  la parte editoriale: stiamo per pubblicare le app per Android e Ios  ed a breve anche per le Smart tv. Questo per venire incontro all’esigenze   di un pubblico, anche quello del cinema,  che vuole fruire contenuti in maniera sempre più mobile.