Archivio dell'autore: admin

The Space Cinema: The Space Pass 99€ invece di 199€

BLACK WEEKEND

AL CINEMA SENZA LIMITI CON THE SPACE PASS: DA VENERDÌ 25 A DOMENICA 27 NOVEMBRE È POSSIBILE ASSICURARSI UN ANNO DI CINEMA A 99€

In occasione del Black Friday The Space Cinema rilancia la promozione più attesa di ogni anno

Al via il Black Weekend di The Space Cinema: da oggi, venerdì 25 novembre fino a domenica 27 novembre, l’abbonamento The Space Pass sarà disponibile a soli 99€ invece di 199€. Una promozione, quella realizzata dal circuito, che durerà per un intero fine settimana e che offre a tutti gli appassionati la possibilità di aderire alla speciale iniziativa che consente l’accesso illimitato nei The Space Cinema, per i film e gli eventi in programmazione ogni giorno.

The Space Pass è tutti i film, quando vuoi, ogni volta che vuoi. Nell’abbonamento sono compresi anche i titoli in 3D, le maratone tanto amate dagli appassionati e la programmazione Extra, con un calendario di appuntamenti ricchissimo che va dal grande teatro, alla danza, ai concerti e agli appuntamenti live. 

The Space Cinema ha rivoluzionato il rapporto tra il pubblico e la sala fin dal 2018 e non smette di guardare avanti e di offrire sempre nuove soluzioni che vadano incontro ai desideri del pubblico.  

The Space Pass è completamente digitale. Per averla basta visitare il sito The Space Cinema e in pochi clic si potranno vivere emozioni al cinema per tutto l’anno ad un prezzo unico. Ed è anche un perfetto regalo di Natale. Link: https://www.thespacecinema.it/card-e-promo/the-space-pass

Il circuito The Space è stato acquisito da Vue International nel novembre 2014, comprende 36 cinema per un totale di 362 schermi, attestandosicome il secondo circuito italiano per dimensioni. Il circuito è composto da multiplex moderni all’avanguardia, tutti con una disposizione adanfiteatro, e da due cinema iconici situati nel centro città, l’Odeon a Milano e il Moderno a Roma, che ospitano molte delle premiere cinematografiche più importanti.Vue Entertainment International, il gruppo fondato nel 2003 nel Regno Unito da Timothy Richards e Alan McNail, è presente in Uk, Irlanda, Germania, Danimarca, Polonia, Lituania, Lettonia e Taiwan con un fatturato di 900 milioni di euro, pari a una volta e mezzo l’intero mercato italiano.La mission di The Space Cinema è quella di porre al centro del proprio lavoro lo spettatore, a cui offrire l’eccellenza sia per quanto riguarda il livello delle proprie strutture cinematografiche sia nell’offerta sempre più ampia di contenuti esclusivi.

Dal 16 al 19 novembre al via il Festival VISIONI VERTICALI con RoccoPapaleo, Giancarlo Giannini, Nicola Guaglianone

Si terrà dal 16 al 19 novembre la IV edizione di Visioni Verticali – Festival del Cinema di Potenza. Ideata dall’associazione Polimeri, la manifestazione quest’anno presenta un’edizione speciale, “Visioni Verticali – Ambiente e Territori”, organizzata insieme al Centro di Geomorfologia Integrata per l’area del Mediterraneo (CGIAM). Il festival si svolgerà presso il Piccolo Teatro al Principe di Piemonte di Potenza, che fa parte del complesso di edifici del nuovo Centro Sperimentale delle Arti Mediterranee (CeSAM), Accademia fondata dal CGIAM.

Visioni Verticali nasce dal profondo legame con la propria terra unito alla forte passione per il cinema e il grande desiderio di aprire le porte dei palazzi alla cultura. Il festival vuole esplorare il nuovo cinema italiano e internazionale, con uno sguardo rivolto alle creazioni artistiche locali, alla sperimentazione dei linguaggi audiovisivi e alle produzioni indipendenti.

Protagonista indiscusso di questa edizione speciale sarà l’ambiente, osservato attraverso la macchina da presa di registi nazionali ed internazionali. L’obiettivo del festival è valorizzare il territorio lucano celebrandone i suoi talenti in ambito cinematografico e facendo emergere il potenziale di questa terra. Visioni Verticali vuole portare all’attenzione degli spettatori cortometraggi, lungometraggi e documentari che intendono sensibilizzare alle tematiche ambientali, alla tutela e alla valorizzazione del patrimonio naturale, paesaggistico, storico, archeologico, monumentale ed antropico del nostro pianeta, nonché contribuire a una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva dei territori in cui viviamo. 

Numerosi gli appuntamenti e gli ospiti che si alterneranno sul palco del Piccolo Teatro del Principe di Piemonte. Tra questi, Rocco Papaleo che terrà il 16 novembre una masterclass di recitazione e un talk con Luca Curto e Lucia Varasano per presentare il documentario Sentieri di Ferro.

Sempre nello stesso giorno, Marcello Foti e Giancarlo Giannini terranno la cerimonia di presentazione del festival e dell’Accademia CESAM.

Non mancheranno altre interessanti masterclass che vedranno protagonisti Nicola Guaglianone per la sceneggiatura (17 novembre) e Luca Ribuoli per la regia (18 novembre).

Per i talk, invece, il festival accoglierà Enrico Masi e Alessandra Lancellotti che presenteranno il film ShelterSilvia Scola Nicola Ragone per una conversazione dal titolo “Dal Cinema al Videomapping”; Francesca Bianchini e Claudio Falconi, invece, terranno l’incontro “Produzione e piattaforme a confronto“.

E ancora, l’attore Gabriel Montesi presenterà il film Siccità di Paolo Virzì, la commedia corale che fa i conti con i due anni di confinamento nel cuore di una Roma apocalittica.

L’avvocato Gianfranco Rinaldi e i produttori Elisabetta Bruscolini e Giovanni Amico parleranno, invece, delle “Prospettive e opportunità del cinema in Italia”.

Da segnalare, inoltre, un omaggio a Pier Paolo Pasolini, nel centenario dalla nascita, inaugurato dalla conversazione tra il giornalista Oreste Lo Pomo e la professoressa Maura Locantore, a cui seguirà la proiezione del film Il Vangelo secondo Matteo e, nel pomeriggio, la performance Straziante meravigliosa bellezza del creato di Rocco Mentissi, con Fabio Pappacena Francesco Mentissi.  

Numerose anche le performance teatrali e musicali, tra queste: Cinema d’attore a cura di Ilenia GinefraMiriam Cappa e Lorenzo Fantastichini del Centro Sperimentale di CinematografiaTratta 11 a cura di Marco BorgarelliRemix The Cinema a cura di Alberto Casati e Luca Acito.

Infine, durante la cerimonia di premiazione sarà assegnato all’attore Giancarlo Giannini il Premio dedicato a Lina Wertmüller, originaria della provincia di Potenza.

Questa sera, l’appuntamento è in piazza Sedile a Potenza alle ore 19.30 per la presentazione del festival alla città di Potenza, la proiezione del video mapping, La Figlia di Vlad, del regista Nicola Ragone e l’avvio del contest dei videomaker che gireranno un corto in una settimana.

Accademia di Cinema: Panorama formativo a Roma

Le più importanti scuole di Cinema a Roma 

A Roma si concentrano le maggiori scuole e accademie di tv e cinema, a partire dalla più antica e famosa Scuola Nazionale di Cinema, nata nel 1935 e di chiaro prestigio internazionale, passando per la Scuola di Cinema Griffith, l’Università Cinema Roma, l’Accademia di Recitazione e Roma Film Academy. 

Il panorama formativo cinematografico è prestigioso e offre molteplici opportunità per chi desidera intraprendere una carriera nella Settima arte, nella tv o nei Teatri. 

-Centro sperimentale di Cinematografia Roma

-Roma Film Academy

-Conclusioni

Centro sperimentale di Cinematografia Roma

Il Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, la Scuola Nazionale di Cinema è la più prestigiosa, nonché la prima scuola italiana di cinematografia, ha formato artisti di fama mondiale, come Claudia Cardinale, Domenico Modugno, Michelangelo Antonioni, Carlo Verdone, Paolo Virzì, Carolina Crescentini, Riccardo Scamarcio, per citarne solo alcuni. La fondazione della scuola risale al 1935 con sede principale a Roma, in Via Tuscolana, mentre negli anni sono nate delle sedi secondarie in Sicilia, Abruzzo, Piemonte e Lombardia. 

I corsi del Centro Sperimentale di Cinematografia sono a numero chiuso, quindi per accedervi bisogna prepararsi, ma una volta iscritti è possibile specializzarsi nelle varie professioni coinvolte nella Settima arte e creare brevi film in collaborazione con Rai Cinema e il Medusa FIlm, con ovvi vantaggi e opportunità per il proprio futuro professionale. 

Per comprendere il prestigio e la qualità del Centro sperimentale, Massimo Cantini Parrini, ex allievo, è in nomination per l’Oscar per i costumi realizzati del Pinocchio di Matteo Garrone. 

I corsi triennali hanno validità equipollente alla laurea triennale e sono destinati ad allievi selezionati, tuttavia i CSC Lab sono aperti a tutti e hanno una durata variabile, da una a ventiquattro settimane. 

Il centro sperimentale di cinematografia Roma ha costi annui per la frequenza dei corsi triennali che sono stabiliti in 2.500 euro. 

I laboratori della Scuola Nazionale del Cinema Roma hanno un costo variabile che dipende dalla tipologia e dalla durata del laboratorio stesso. Molte facoltà italiane riconoscono il valore di credito formativo per chi frequenta i CSC Lab. 

Roma Film Academy

La Roma Film Academy offre due percorsi formativi: un percorso universitario triennale e uno di tipo pratico biennale. 

Il percorso triennale prevede la scelta di una specializzazione nell’ambito cinematografico di maggiore interesse per lo studente con un affiancamento pratico sul set, in modo da terminare gli studi con un portfolio professionale vero e proprio costituito da 4 progetti realizzati al primo anno e altrettanti al secondo anno di frequenza. Le classi a numero chiuso garantiscono una formazione più attenta allo sviluppo sia di competenze tecniche che ad una coscienza artistica. Frequentare Roma Film Academy ha un costo di 16.500 euro per la retta dei tre anni, ai quali vanno aggiunte le tasse universitarie in base al proprio Isee. 

Accademia Privata Dam Cinema Roma

Il corso di cinema e nuovi media a Roma è il corso più completo, un corso davvero esclusivo di DAM Academy Cinema, durante il quale gli studenti sperimenteranno film e fiction TV per apprendere competenze dal montaggio allo storytelling sul campo, per poi entrare in post-produzione : unico Il corso, combinato con lezioni di fotografia e abilità di ripresa, fornisce una panoramica completa del mondo del cinema dietro le quinte.

Conclusioni

Per chi vuole diventare un professionista nella Settima arte, Roma offre un panorama formativo di livello internazionale. Non solo le già nominate Roma Film Academy e la storica Scuola Nazionale di Cinema, ma anche l’Accademia di Cinema e Televisione Griffith e l’Università Cinema Roma che vantano insegnanti e programmi formativi in grado di formare nuovi professionisti del settore. 

Le perdite più tristi delle serie tv: quello che non avremmo mai voluto vedere

Tutti gli amanti delle serie tv si appassionano i personaggi che hanno imparato a conoscere, e non nascondetelo, avete pianto anche voi quando è venuto a mancare il vostro beniamino!

Ma quali sono le scomparse più strazianti delle serie tv che hanno messo di malumore anche il più affezionato spettatore? 

Derek Shepherd in Grey’s Anatomy 

Questa è una delle serie tv che ci lascia maggiormente con il fiato sospeso e che di morti ce ne ha fatte vedere tante ma quella di Derek Sheperd e stata forse la più struggente. Infatti, il dottor Stranamore, abbandonato la sua Meredith alla fine dell’undicesima stagione con una puntata veramente drammatica E straziante fino alla fine, quando l’amore della sua vita ha dovuto “staccargli la spina” e accettare che non l’avrebbe visto mai più… lo sappiamo che ancora non l’avete dimenticato! 

Will Gardner in The Good Wife

Questa serie tv ricca di colpi di scena ma nessuno dei suoi spettatori si aspettava la dipartita di Will Gardner.

Quel colpo di pistola che è esploso in tribunale, così, senza nessun preavviso ci ha gettati davvero nella disperazione e ci ha lasciati con lo stesso dubbio che attanaglia ancora Alicia, riguardo alla telefonata che lui aveva fatto poche ore prima.

Eddard Stark in Game of Thrones

Game of Thrones C’è abituato alle scene delle morti più violente gli addii più strazianti ma senza alcun dubbio quella del re del nord ha rappresentato la fine più straziante e completamente inaspettata, oltre che crudele ed ingiusta.

Nessuno potrà dimenticare la piccola Sansa e il dolore nei suoi occhi per la morte del padre a cui non è seguito nessun funerale (funeraliroma.it)…solo una testa su una picca! Anche noi come pubblico abbiamo sofferto un po’ con lei.

Marissa Cooper in The OC

Tra le serie per gli adolescenti questa è stata una delle Serie più famose e la morte di Marissa Cooper ci ha fatto versare tante di quelle lacrime che non potremo mai dimenticare. Mac meno la scena straziante dirai anche la tiene tra le sue braccia in fin di vita. Non possiamo credere che non abbiate pianto anche voi. 

Finn Hudson in Glee

La situazione per Finn Hudson è un po’ diversa: si trattava infatti di uno dei personaggi più amati della serie tv Glee. Purtroppo, La scomparsa dell attore che lo interpretava ha lasciato senza parole tutto il mondo dello spettacolo e ancor di più i produttori della serie che non hanno voluto nascondere la sua scomparsa con una qualsiasi scusa mi hanno fatto morire il personaggio all’interno di una puntata che è stato un tributo in onore dell’attore Cory Monteith.